Villa Mirabilis: la casa in legno dove gli opposti si attraggono


Home » Blog » Villa Mirabilis: la casa in legno dove gli opposti si attraggono

Per molte persone costruire casa spesso rappresenta il sogno di una vita: realizzare uno spazio che rispecchi esattamente la propria idea di abitare. Ma quando le decisioni si prendono in due, non è sempre facile trovare un compromesso e mettere insieme gusti ed esigenze diversi, soprattutto se nella coppia lei ama il design contemporaneo, mentre lui è più tradizionalista. Proprio come è successo per i committenti che hanno realizzato con Biocasanatura Villa Mirabilis, una grande casa in legno di 210 m2, costruita a Mirano, alle porte di Venezia. L’architetto ha saputo conciliare il doppio desiderio di marito e moglie: avere un’abitazione su due piani con tetto inclinato, ma con la comodità di un secondo spazio disposto su un solo livello e con tetto piano. Il risultato? Un incontro armonico tra due forme architettoniche che ha creato un matrimonio indissolubile fra tradizione e modernità.

Il punto d’incontro tra diverse forme dell’abitare.

Vediamo quindi come l’unione tra stile tradizionale e contemporaneo è stata valorizzata in questa villa in legno realizzata con sistema a telaio. Iniziamo dall’elemento più rappresentativo di entrambi gli stili: la copertura. Le eleganti geometrie del tetto a falda ventilato, dalle linee decisamente più classiche, sono di chiara ispirazione nordica e incorniciano l’abitazione disposta su due livelli, mentre il tetto piano copre la dépendance a piano unico che amplia l’abitazione. Questa alternanza di volumi offre grande dinamicità alla struttura, accentuata ancora di più dai portici in legno, composti da traversine verticali che fungono da frangisole e creano un continuum con il portico adibito a box auto, composto dalla stessa sequenza di travi lamellari. Questi listoni in legno svolgono una duplice valenza estetica e funzionale: la luce naturale è lasciata filtrare all’interno della casa in un particolare gioco di ombre che si proietta sulle ampie vetrate, evitando l’irraggiamento diretto nelle ore più calde.

Scegliere il meglio per vivere meglio.

La progettazione della villa ha coinvolto anche lo studio degli spazi esterni: dalla pavimentazione del vialetto al design del giardino, dall’impianto di illuminazione alla recinzione e al cancello su misura, ogni dettaglio è stato scelto per caratterizzare ancora di più l’architettura dell’edificio e accrescerne il valore. Così come tutti gli elementi strutturali della casa sono stati definiti e predisposti per incrementarne il comfort abitativo e la qualità energetica. Le pareti portanti da 20 cm, infatti, poggiano su una platea con doppio cordolo in cemento armato e larice di 25 cm, per proteggerle dall’umidità di risalita. Per l’isolamento a cappotto è stata scelta la fibra di legno, un materiale dalle ottime performance termiche e acustiche. Tra i sistemi termoisolanti installati in Villa Mirabilis ci sono anche le termocasse per i serramenti, che aumentano le prestazioni termiche dell’involucro edilizio e prevengono i ponti termici, grazie a una struttura modulare che ricopre il foro della finestra e ospita al suo interno gli avvolgibili e le zanzariere. A garanzia di una progettazione coerente con i massimi criteri di efficienza energetica, in fase di grezzo avanzato è stato eseguito un test di tenuta all’aria, il blower door test, una prova empirica che rileva eventuali infiltrazioni d’aria e dispersioni termiche prima del termine dei lavori.

Una casa bella e intelligente.

Anche nello studio degli spazi interni tutte le scelte fatte sono frutto di un’attenta valutazione, sia in termini di funzionalità degli ambienti sia di una maggiore qualità del comfort abitativo, ma soprattutto del risparmio energetico. A cominciare dai sistemi di riscaldamento a pavimento e di raffrescamento idronico, che permettono di razionalizzare i consumi. Così come l’impianto di ventilazione meccanica controllata (VMC) a doppio flusso termodinamico che migliora la salubrità dell’aria negli ambienti chiusi, regolandone la temperatura e il tasso di umidità, a consumi davvero ridotti. Inoltre, sul tetto a falda è installato un impianto fotovoltaico da 6 kW con sistema di accumulo e nel portico della dépendance una colonnina di ricarica per auto elettriche. Tutti questi sistemi, compresi l’impianto di allarme, di illuminazione interna ed esterna, di irrigazione e le tapparelle elettriche sono controllati dalla domotica, che permette una gestione intelligente della casa e ne ottimizza l’efficienza energetica.

Spazio al design funzionale.

Lo studio di interior design, che insieme alla progettazione illuminotecnica fa parte dei servizi chiavi in mano offerti da Biocasanatura, ha curato la suddivisione degli spazi. Gli ambienti sono particolarmente luminosi e accoglienti, grazie alla scelta del legno di rovere per i pavimenti e di colori chiari e neutri per i rivestimenti, che danno un maggiore senso di ampiezza, e a un’illuminazione a led che diffonde la luce in modo omogeneo. Per l’arredamento sono state studiate soluzioni versatili e salvaspazio, in linea con lo stile minimal ed elegante della casa, come armadi a scomparsa per rendere funzionale ogni volume senza rinunciare al design, ma anche per aumentare l’efficienza della casa in legno e semplificare il riordino e la pulizia.

Se vuoi scoprire cosa rende uniche le case in legno come Villa Mirabilis e vedere da vicino il loro sistema costruttivo, prenota una visita guidata in uno dei nostri cantieri a questo link.