Klimahouse 2020: dentro il futuro delle case ecologiche


Home » Blog » Klimahouse 2020: dentro il futuro delle case ecologiche

Le case ecologiche del futuro sono state il tema portante della quindicesima edizione di Klimahouse, la più importante fiera italiana per il risanamento e l’efficienza energetica in edilizia, tenutasi lo scorso mese a Bolzano.

Un grande obiettivo e un impegno comune

Con un importante obiettivo: “Costruire bene per vivere bene”, 450 aziende, 15 start up, associazioni e istituzioni si sono riunite per riscoprire il rapporto profondo tra uomo e natura, ma anche tra tradizione e nuovi standard tecnologici. Lo spazio abitativo diventa sempre di più il risultato di una progettazione attenta a offrire maggiore benessere psicofisico alle persone, dove gli elementi naturali assumono un ruolo chiave nel ristabilire quella relazione forte con l’ambiente circostante, oscurato in questi anni dalla tecnologia. Tecnologia che oggi invece ha assunto un ruolo fondamentale nel favorire il cambiamento verso una maggiore salubrità dell’abitare, unita a una più alta efficienza energetica degli edifici.

Edilizia sostenibile e tecnologie digitali

Costruire e risanare gli edifici, rispettando le loro caratteristiche estetiche e l’ambiente che li circonda, è stato un altro tema caldo di questa edizione. Grande attenzione, infatti, è stata rivolta alle novità tecniche e alle ispirazioni futuristiche con il Klimahouse Future Hub, uno spazio dedicato alle start up che presentano le proprie applicazioni nel campo dell’edilizia green e della bioedilizia. Un momento che ha portato all’attenzione dei visitatori l’applicazione delle moderne tecnologie digitali in architettura, nell’ottica di velocizzare i tempi di costruzione e aumentare la qualità dell’esecuzione, utilizzando meno materiali e risorse.

Il legno: tra tradizione e innovazione

Anche il cambiamento climatico è stato al centro del dibattito sull’utilizzo consapevole e progettuale di materiali naturali ed ecosostenibili in edilizia, come il legno, protagonista assoluto della manifestazione. Il legno rappresenta il perfetto trait d’union tra tradizione e innovazione, passato e modernità, indispensabile nella realizzazione di case ecologiche e progetti architettonici di grandi dimensioni, ma allo stesso tempo sostenibili a livello di consumi.