Case bioedilizia: l’importanza della progettazione e del cantiere


Home » Blog » Case bioedilizia: l’importanza della progettazione e del cantiere

Fashion Art è la prima azienda del padovano costruita interamente in legno. Per dare vita a un edificio di 1200 mq ci sono voluti solo 8 mesi: una velocità di realizzazione del genere non sarebbe mai stata possibile per una soluzione in latero-cemento standard, che avrebbe richiesto almeno il doppio del tempo.

Le case in bioedilizia permettono di risparmiare sulle tempistiche, ma questo è possibile solo quando la fase di progettazione e l’organizzazione del cantiere sono gestite in maniera corretta. È durante la fase pre-cantiere infatti, quando si realizza l’ingegnerizzazione del progetto, che si lavora per organizzare il più possibile ogni fase costruttiva.

Si passa poi alla fase della realizzazione. Quando la prefabbricazione avviene in stabilimento, come per le pareti di una casa in legno, si ha senza dubbio un enorme vantaggio per quanto riguarda i tempi e i costi di costruzione. La realizzazione dei pannelli secondo progetto infatti avviene all’interno di una fabbrica, in comodità e nella massima sicurezza, al riparo dalle intemperie del clima esterno. In stabilimento, le pareti di legno vengono assemblate e in parte coibentate. Una volta pronte, vengono trasportate all’interno del cantiere, dove vengono posizionate e fissate alla platea, Successivamente, sempre in cantiere, vengono dotate degli impianti, della predisposizione per gli infissi, del cappotto e dei cartongessi.

Il cantiere di una casa prefabbricata in legno tende a rimanere piuttosto pulito e ordinato, in quanto i materiali come sabbia e cemento servono quasi esclusivamente per la realizzazione delle fondamenta. Per il resto, si tratta di unire le diverse parti con i sistemi di ancoraggio, intonacare e tinteggiare. Ecco perché è importante che il progetto sia accuratamente studiato a monte, per far sì che i lavori procedano poi spediti e fluidi. Ovviamente, non tutti i cantieri sono uguali: quando, ad esempio, la costruzione in legno dovrà nascere in un territorio particolarmente impervio, o più semplicemente tra strade strette, è più difficile che i pannelli siano facilmente trasportabili all’interno del cantiere. In questi casi la fase progettuale risulta ancora più importante, perché sarà necessario pianificare adeguatamente la logistica e le strategie per organizzare il cantiere (ad esempio, cambiando le dimensioni dei pannelli, per renderli più facilmente trasportabili tra strade strette).

In conclusione, per le case in bioedilizia la fase della progettazione e la fase del cantiere sono fondamentali, e richiedono un’attenta pianificazione relativa alle strategie costruttive e organizzative.