Bioarchitettura e salvaguardia dei boschi


Home » Blog » Bioarchitettura e salvaguardia dei boschi

Le case in legno presentano numerosissimi vantaggi che vanno dal comfort termico al risparmio energetico. Ovviamente, l’utilizzo di questo materiale costruttivo deve avvenire nel totale rispetto della natura. Essendo gli alberi una risorsa rinnovabile, che può auto-rigenerarsi, la bioarchitettura prevede una gestione dei boschi sostenibile, dove nuove piante vanno sempre a sostituire quelle vecchie.
Le foreste giocano un ruolo fondamentale per l’ambiente, la popolazione e l’economia. Oltre a ridurre gli effetti dei cambiamenti climatici e delle catastrofi naturali, rappresentano alcune delle aree biologiche più ricche della terra. Inoltre, forniscono cibo, materie prime rinnovabili per molti dei nostri prodotti e mezzi di sussistenza per milioni di persone.
Per garantire l’utilizzo sostenibile degli alberi, esiste un’operazione internazionale nata nel 1998: si tratta del marchio PEFC (Programme for Endorsement of Forest Certification schemes). Tale certificazione prevede una forma di gestione delle foreste che ha lo scopo di mantenerne la biodiversità, la produttività, la capacità di rinnovo, la vitalità. Il tutto, preservando la possibilità di adempiere, nel presente e nel futuro, a rilevanti funzioni ecologiche, economiche e sociali, sia a livello locale che a livello globale, difendendo gli ecosistemi.
Questa importante iniziativa è mirata a sensibilizzare gli operatori coinvolti nella gestione del patrimonio boschivo e nella filiera commerciale del legno sull’importanza di un utilizzo responsabile di questo materiale, dimostrando che è possibile valorizzare economicamente il patrimonio forestale senza danneggiarlo. Tale gestione ha un vantaggio diretto anche sui consumatori che, dal canto loro, possono conoscere l’origine della materia prima impiegata e scegliere prodotti provenienti da boschi gestiti secondo criteri di sostenibilità ecologica, economica e sociale.
Oggi questa sensibilità è sempre più diffusa e, nel nostro Paese, oltre 808.990 ettari della superficie forestale (pari al 6,6% del totale) hanno ottenuto tale certificazione.
Biocasanatura, per DNA attenta all’ambiente e a tutte le tematiche legate ai principi della bioarchitettura e dell’ecosostenibilità, utilizza esclusivamente legno con marchio PEFC, garantendo così tutti gli standard per la salvaguardia dei boschi.