Ampliamento casa: perché farlo in legno


Home » Blog » Ampliamento casa: perché farlo in legno

Quando si compra casa, spesso si acquista ciò che ci si può permettere in quel momento e, tendenzialmente, lo spazio a disposizione è sufficiente. Ma con il trascorrere degli anni, le esigenze della famiglia possono cambiare e la casa diventare troppo piccola. Cercarne una nuova può sembrare l’unica soluzione, ma non è sempre facile decidere di traslocare e, soprattutto, non è sempre detto che ci sia la disponibilità economica necessaria per acquistare un’abitazione più grande.

L’ampliamento casa con una struttura in legno, previsto anche dal Piano Casa, diventa così la soluzione perfetta per aggiungere nuovi ambienti domestici sfruttando le enormi potenzialità del legno. Costruire in legno infatti è il sistema migliore per ampliamenti volumetrici orizzontali e sopraelevazioni della propria abitazione, anche quando è in muratura. Tanti sono i vantaggi che offre questo sistema costruttivo: dalla leggerezza della materia prima, che consente un abbattimento fino al 40% del carico della struttura rispetto ai sistemi tradizionali, alla maggiore stabilità e ottima resistenza antisismica, fino alla velocità di realizzazione. In particolare, i tempi di esecuzione ridotti sono dovuti alla lavorazione a secco e all’utilizzo di strutture prefabbricate, che arrivano in cantiere già pronte per essere assemblate. Questa caratteristica limita fortemente i disagi dovuti a rumori ed emissioni di polveri, ed evita i traslochi temporanei perché il corpo principale della casa non viene interessato da particolari interventi, se non quelli necessari per collegare gli impianti di luce e acqua all’ampliamento. Si può quindi tranquillamente continuare ad abitare al suo interno anche durante il periodo dei lavori.

Altro vantaggio non trascurabile dell’utilizzo di strutture in legno è legato al miglioramento delle prestazioni energetiche e della vivibilità della casa. Questo tipo di ampliamento riqualifica l’intera abitazione, aumentandone il valore complessivo, proprio perché la nuova porzione della casa avrà un’alta efficienza energetica.

Esistono due tipi di ampliamenti: quello orizzontale, la migliore alternativa per chi ha del terreno edificabile accanto alla casa, e l’ampliamento verticale, che prevede l’aggiunta di un piano. Cominciamo dal primo: l’estensione dell’abitazione con un prefabbricato in legno richiede sempre un calcolo sismico-strutturale che valuta la necessità o meno di una connessione con le fondazioni esistenti. Generalmente è preferibile separare le strutture con giunto sismico, ovvero uno spazio vuoto tra due edifici che impedisce la trasmissione di sollecitazioni in caso di terremoto. Il distacco di qualche centimetro assicura inoltre la circolazione dell’aria e permette eventuali micromovimenti indipendenti che, senza questa separazione, originerebbero nel tempo delle crepe su pareti e soffitti. In alcuni comuni le recenti normative prevedono anche la necessità di realizzare un vespaio aerato al di sotto dell’ampliamento per garantire maggiore stabilità alla costruzione, ma soprattutto per isolarla dal terreno e proteggerla dall’umidità di risalita. Per quanto riguarda gli impianti elettrici e idrotermosanitari, questi saranno allacciati a quelli già presenti nell’abitazione principale.

Con gli ampliamenti verticali, o sopraelevazioni, la scelta del legno è ancora più conveniente proprio per la leggerezza del materiale rispetto a un’analoga costruzione in muratura, in questo modo il nuovo carico da supportare sarà inferiore. Inoltre, la posa a secco della struttura lignea limita i disagi dovuti all’impatto del cantiere, come l’inquinamento acustico e le tempistiche di realizzazione, a tutto vantaggio dell’isolamento termico, che aumenterà riducendo consumi e costi in bolletta.

E a proposito di costi, il prezzo al metro quadro di un ampliamento casa, eseguito con strutture in legno, non è più alto di un’equivalente costruzione in mattoni o cemento, ma sarà inversamente proporzionale alla superficie dell’intervento: più grande è l’ampliamento, infatti, minore sarò il costo al metro quadro. Senza contare, come abbiamo già detto, gli innumerevoli benefici che il legno garantisce in termini di risparmio energetico, economico e di tempo.

Se stai pensando di ampliare la tua casa e hai bisogno di maggiori informazioni, contattaci, il nostro team di professionisti è a tua disposizione.